P.IVA IT01654620242 | Note Legali | Questo sito usa i cookies

Copyright 2014 Dott Luigi Finato 

info@studiofinato.it - 0444 924366

PARODONTOLOGIA

Parodontologia
 
La parodontologia  si occupa della cura di quelle strutture che troviamo attorno al dente e quindi della gengiva, dell’osso di supporto del dente e del legamento parodontale. Varie sono le patologie che colpiscono ognuna di queste strutture anatomiche che vanno dalla tasca parodontale (mancanza di tessuto osseo a ridosso della radice dentale), ai problemi gengivali (retrazione della gengiva).

Possiamo affermare che il 70% delle problematiche parodontali si possono gestire in maniera semplice con una valida motivazione del paziente, con l’istruzione all'igiene orale e con sedute di detartrasi sistematiche. Soltanto il rimanente 30% dei casi, deve essere trattato con tecniche più o meno chirurgiche.

La "tasca parodontale" (mancanza di osso attorno al dente), può essere risolta con manovre conservative o chirurgiche.

La tecnica conservativa consiste nel trattare la tasca a cielo chiuso, cioè senza aprire un lembo di accesso, e levigare con ultrasuoni ad elevata potenza al fine di ottenere una detersione completa del profilo radicolare (Odontogain XO).   Per quanto riguarda la tecnica chirurgica questa può essere resettiva o rigenerativa. Nella "tecnica chirurgica resettiva", la lesione viene corretta con la regolarizzazione del difetto osseo con conseguente riduzione della tasca. Nella "tecnica chirurgica rigenerativa" si fa uso di “biomateriali” riempitivi del difetto che associati all’uso di una “membrana” barriera, hanno lo scopo di rigenerare l’osso all’interno della tasca parodontale (GBR)

Fa sempre parte della parodontologia la risoluzione delle "problematiche muco gengivali". Queste vanno dalla mancanza di gengiva fibrosa attorno al dente, alla retrazione gengivale con conseguente esposizione della radice dentale. Nelle retrazioni gengivali si può intervenire con l’aumento dello spessore della gengiva fibrosa, per mezzo di innesti di gengiva , valutando la possibilità o meno di una ricopertura della radice dentale esposta (innesti liberi di gengiva o bilaminari di tessuto connettivo).